24/05/2015

Castelli Aperti 2015

Con la Primavera è tornata anche  la rassegna Castelli Aperti, cho offre la possibilità di visitare le più affascinanti dimore storiche in provincia di Alessandria.

Il patrimonio dell'iniziativa, giunta ormai alla 20° edizione, è formato da castelli, musei, palazzi, ville, giardini, e veri e propri circuiti cittadini e sistemi museali.
 
La rassegna è promossa dalla Regione Piemonte, dalle Province di Cuneo, Asti e Alessandria con il contributo dell'Associazione delle Fondazioni Piemontesi.

Per conoscere le strutture in dettaglio, per informazioni sugli orari, turni di visita e costi dei biglietti o consultare il sito: www.castelliaperti.it, scrivere a info@castelliaperti.it o telefonare al numero verde della Regione Piemonte 800 - 329329

Di seguito l'elenco delle strutture aperte domenica 24 maggio in provincia di Alessandria con gli orari:
Castello dei Paleologi - Museo Civico Archeologico a Acqui Terme: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00
Villa Ottolenghi a Acqui Terme: su prenotazione alle ore 15.00
Castello di Casale Monferrato: dalle 10.00 alle 19.00
Castello Sannazzaro di Giarole: aperto solo su prenotazione al 335 1030923
Museo La torre e il Fiume di Masio: dalle 14.30 alle 18.30
Torre di Merana: dalle 9.00 alle 18.00; visita libera, guidata su richiesta al n 340 9902325
Castello di Piovera: unico turno di visita ingresso ore 15,30
Castello di Pozzolo Formigaro: dalle 15.00 alle 18.30
Castello di Uviglie: orario unico mattina ore 10.30
Studio e Museo didattico del pittore Pellizza da Volpedo: dalle 16.00 alle 19.00
 
Inoltre questa domenica, la rassegna Castelli Aperti consiglia la visita di alcune delle più belle e rappresentative dimore storiche dell’Alto Monferrato: il castello di Cremolino il castello di Morsasco e i castelli di Tagliolo e di Trisobbio.

Questi castelli sono stati fondati tra il XII e la fine del XIII secolo e per tutto il Medioevo sono stati un importante punto di snodo per le strade che portavano le merci dai porti della Liguria verso il nord ovest d’Italia. In particolare l’area dell’Alto Monferrato ha visto scontrarsi il potere della Repubblica di Genova, del Ducato di Milano e del Marchesato di Monferrato. Successivamente questi castelli sono stati teatro di guerra tra Spagnoli e Francesi e a seguito di molte di queste vicende belliche, si sono trasformati da fortezze medioevali in palazzi signorili.
Ogni castello dell’area ha però la sua storia e il suo carattere e sono generalmente di proprietà privata, elemento questo di grande interesse per il visitatore che può così accedere agli ambienti del castello solitamente di difficile accesso al pubblico. 
Il castello di Cremolino (due turni di visita guidata previa prenotazione, alle ore 15 ed alle ore 17) venne costruito a fine ‘200 intorno ad una torre del XI secolo, da Tommaso Malaspina, figlio dell’ultima erede degli aleramici marchesi del Bosco. Fu feudo dei marchesi Malaspina fino a fine ‘400, quando passò ai genovesi Sauli, ai Centurione, ai Doria fino ai marchesi Serra di Genova a fine '700. Ha mantenuto intatto, con il ponte levatoio, il trecentesco torrino e il dongione quattrocentesco, il carattere di fortezza medievale. È cinto da un parco ottocentesco con fiori e peschiera di ninfee da cui si gode uno splendido panorama. La visita del giardino, delle cantine, dei saloni di rappresentanza della biblioteca e delle sale private del Castello è guidata esclusivamente dal proprietario (due turni di visita guidata, alle ore 15 ed alle ore 17). 

Il castello di Morsasco (visite guidate orari: ore 11, 15, 16, 17), citato dal XIII secolo, appartenne ai Del Bosco, ai Malaspina, ai Lodron, ai Gonzaga, ai Centurione Scotto e ai Pallavicino.
Nel corso dei secoli ha perso le caratteristiche militari dei primordi, e si presenta, oggi, come una dimora signorile dai grandi saloni e dalle piacevoli sale frutto dell'ampliamento settecentesco. La visita, guidata dai proprietari, prende avvio dalla porta d'accesso dell'antico ricetto, prosegue nel cortile del castello per salire a visitare parte del piano nobile. Si scende nei sotterranei e si prosegue nei granai, dove è allestita una collezione di manodomestici del XIX-XX secolo, e si conclude nella cantina con le grandi botti.
Per gli amanti del vino è invece consigliata la visita alle antiche cantine storiche del Castello di Tagliolo Monferrato (solo su prenotazione allo 0143 89195) che da oltre cinquecento anni è sede dei Marchesi Pinelli Gentile, attuali proprietari.
Poco distante, il castello di Trisobbio rappresenta una piacevole sosta per il pranzo dato che ospita un ristorante di altissimo livello. Inoltre, la dimora storica è accessibile ai visitatori con visita libera dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 


Newsletter

Per iscriverti alla nostra newsletter sufficiente inserire la tua email nel campo sottostante.

itinerari