Prorogata Storie di bici e dintorni

Riflettori puntati su "Storie di Bici e dintorni", non una semplice mostra ma un progetto ad ampio respiro messo a punto dal Distretto del Novese, nel bicentenario della nascita della bicicletta. Inaugurato per il Giro d'Italia, avrebbe dovuto concludersi il 2 luglio ma proseguirà fino a domenica 29 ottobre 2017.

Nulla lasciato al caso, tutto fa parte del percorso a tappe che narra la storia della bicicletta, anche la data scelta per ufficializzare la proroga, non un giorno qualsiasi ma il 12 luglio. Proprio 200 anni fa,  il tedesco Karl Christian Ludwig Drais von Sauerbronn  mise su strada la sua invenzione, che cambiò la storia della locomozione su ruota, con la Draisina, percorse in tutto 28 chilometri, da Mannheim a Schwetzingen e ritorno.

 

draisina

L'idea della mostra diffusa nei luoghi, nella ricerca delle bici, nel ricevere supporto da appassionati e da tecnici di settore, è stata vincente, un progetto fatto da tutti per tutti!

Storie di Bici e Dintorni ha messo in rete il territorio del Basso Piemonte ma non solo, spingendosi fino a Torino e in Lombardia. Altra novità è stata quella di collaborare sia con le strutture museali a partire dal Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, il Polo Museale con Il Forte di Gavi, il Museo del Ghisallo sia luoghi insoliti come aziende vitivinicole, ristoranti, botteghe artigiane, in modo da far intrecciare la quotidianità con il racconto dell'evoluzione delle Biciclette.

La fattiva realizzazione dell'officina itinerante, dove non sono solo i visitatori che si recano a vedere l'esposizione ma è la stessa che si muove verso nuovi pubblici. Così è stato in occasione del Fuori Salone del Libro di Torino con l'esposizione della bici di  Fausto Coppi al Mauto o ancora con la Bici Pogliaghi Italcorse di Sante Pogliaghi "il sarto delle Biciclette", in occasione della presentazione del progetto Ven.To. (la ciclabile che collega Venezia a Torino), durante il Salone dell'Auto nel capoluogo piemontese.

"Dintorni" ultima parola del titolo del progetto ma anche vocabolo chiave per la lettura dello stesso, suggerisce che la proroga non sarà solo un'estensione temporale per offrire alle scuole e ai gruppi di calendarizzare le visite tra settembre e ottobre ma ci sarà un evoluzione del progetto: due le principali sorprese che saranno presentate a settembre, dove la parola "dintorni" sarà  vista come sinonimo del design nella evoluzione!