Sul colle dei Turchini, proprio sopra Gavi, si erge il Santuario di Nostra Signora della Guardia, costruito nel 1861, in neanche quattro mesi.
L’altare maggiore custodisce una statua lignea della Madonna della Guardia, in una splendida nicchia. La statua che si venera nel santuario risale al 1746, quando il gaviese Giacomo Bertelli, chiese alla Madonna di salvare la sua casa dalla devastazione seminata dall’esercito Austro-Sardo, che stava attaccando la città; in cambio fece voto della costruzione di un santuario in onore della Vergine della Guardia.
Giacomo Bertelli fu accontentato e, una volta finita la guerra, venne eretta una cappella sul monte Forneto e vi si collocò la statua che si venera tutt’ora.

Al suo interno si possono ammirare  due importanti dipinti, restaurati di recente (2017) di ambito genovese del secolo XVII: “Assunta” e “Sacra Conversazione”.

Come ogni anno a fine agosto di festeggia Nostra Signora della Guardia, quest’anno la novena si terrà fino al 28 agosto e poi mercoledì S. Messe dalle 6.30 alle 18 e pellegrinaggio di Gavi, Alice e nel pomeriggio San Cristoforo.

Domenica 2 settembre Festa dell’Ottava con pellegrinaggio di Bosio e Costa Santo Stefano.

Non mancherà la pesca di Beneficenza.