Sapevate che nel XIX secolo nell’Alto Monferrato veniva estratto oro?
Nel 1852 presso la località Lavagnina, ora sommersa dall’invaso, venne costruito uno stabilimento metallurgico per la preparazione dei lingotti.
In seguito tutte le miniere passarono sotto il controllo della Societè Anonyme des Mines d’or du Gorzente con sede a Lione, in Francia ma, nel 1913, si esaurì anche l’ultima miniera.
La costruzione della diga, che era cominciata con l’esaurimento di alcune miniere, venne terminata nel 1887 per il lago superiore, mentre per il lago inferiore la costruzione cominciò nel 1911 e terminò nel 1917. Nei periodi di secca è visibile la cascina Lavagnina e lo stabilimento metallurgico, costruito nel 1850.

Laghi della Lavagnina: Casa del Custode by Ada Conti

Sul sito della Provincia di Alessandria è disponibile l’itinerario dedicato al Sentiero dei laghi della Lavagnina: si parte in prossimità della casa del custode della diga, si prosegue lungo la stradina che costeggia il Lago Inferiore della Lavagnina, si giunge in breve al Lago Superiore e, poi lasciata sulla sinistra la cascina Iselle, si arriva ad un’area attrezzata dove si può fare una sosta.

 

Si ringrazia Ada Conti per le foto messe a disposizione del Distretto del Novese