Oggi il calendario ci ricorda che il 20 gennaio si festeggia San Sebastiano. In un tour tra le chiese del Novese lo ritroviamo a Gavi nella Chiesa di San Giacomo (in un’affresco tardo-quattrocentesco) e nella Chiesa di San Pietro a Novi Ligure, nella pala d’altare, ancora da da restaurare.

Questo Santo è spesso associato a San Rocco come patrino contro la peste. Conoscete il motivo?

San Sebastiano nella chiesa di San Pietro a Novi Ligure

Nel Medioevo, date le scarse conoscenze mediche dell’epoca, più che a primari e luminari di chiara fama ci si affidava all’intercessione dei Santi, affidando loro uno specifico “incarico” a seconda di deduzioni basate sulle notizie più o meno leggendarie tramandate dall’agiografia.

Talvolta la fantasia dei fedeli superava quella degli autori delle leggende; nel caso di San Sebastiano, le ferite provocate dalle frecce ricordavano le ulcere che erano uno dei sintomi della peste:  per questo San Sebastiano, che a differenza di San Rocco (ammalato di peste per aver curato i contagiati, e poi guarito) la peste non la contrasse affatto, fu “incaricato” dalla pietà popolare di difendere la gente contro questo flagello.

Si ringrazia Andrea Scotto per averci fornito le informazioni sopra scritte.