Il piatto della vittoria di Napoleone

Storia e leggenda dietro le origini del Pollo alla Marengo. La ricetta risale alla vittoria di Napoleone contro gli Austriaci nella famosa battaglia di Marengo (14 giugno 1800).
Si narra che il cuoco personale del condottiero creò sul campo, subito dopo la battaglia, una ricetta con i viveri requisiti a qualche contadino della zona: nacque così il Pollo alla Marengo. Napoleone l’apprezzò a tal punto che divenne il suo piatto fisso dopo ogni vittoria.

Ma cosa cucinò il cuoco?  Difficile stabilirlo, il celebre piatto ha subito variazioni sul tema che rendono non facile risalire alla ricetta di François Dunand, il cuoco personale di Napoleone.

Tra le versioni più facili c’è senza dubbio quella di  scritta da Pellegrino Artusi nella sua opera La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene (1891): “Prendete un pollo giovane ed escludendone il collo e le zampe, tagliatelo a pezzi grossi nelle giunture. Mettetelo alla sauté – una casseruola larga e bassa che veniva utilizzata per friggere, ndr – con grammi 30 di burro, una cucchiaiata d’olio e conditelo con sale, pepe e una presa di noce moscata. Rosolati che sieno i pezzi da una parte e dall’altra scolate via l’unto e gettate nella sauté una cucchiaiata rasa di farina e un decilitro di vino bianco. Aggiungete brodo per tirare il pollo a cottura, coperto, e a fuoco lento. Prima di levarlo dal fuoco fioritelo con un pizzico di prezzemolo tritato e quando è nel vassoio strizzategli sopra mezzo limone”.

Talmente semplice da non sembrare neppure quella che tutti ad oggi identifichiamo come Pollo alla Marengo, molto piu’ elaborata e proposta per la prima volta da Auguste Escoffier.

 Nelle sue Guide Culinaire del 1901, il cuoco francese descriveva la ricetta “il pollo, dopo essere stato rosolato in padella con aglio e olio, viene cotto con polpa di pomodoro, gamberi di fiume e funghi porcini e poi servito su un piatto da portata con crostoni di pane fritto e uova fritte”.

Il pollo alla Marengo

Al di là del procedimento e ingredienti più fedeli alla versione originaria, il Pollo alla Marengo ha sempre suscitato curiosità e interesse non solo degli addetti ai lavori ma anche dalla Walt Disney che dedicò  un’avventura a fumetti Topolino e il Pollo alla Marengo, pubblicata il 29 gennaio 1989,  sul libretto n.1731 di Topolino Magazine, scritta e illustrata dal fumettista Giampiero Ubezio che  racconta delle battaglie di Napoleone viste dal battaglione. In quest’occasione Topolino e Pippo scoprono la ricetta del vero Pollo alla Marengo dal cuoco personale di Napoleone.

Ad oggi si contano 23 edizioni della sagra dedicata a questo piatto della vittoria di Napoleone organizzata dalla A.T. Pro Loco Bosco Marengo (evento organizzato fino al 2019, nel 2020 causa emergenza sanitaria la rassegna non è stata organizzata).

Articoli correlati

Novi Gelato in Festa

Novi Gelato in Festa

passaporto del goloso 2021L'estate è senza dubbio la stagione del gelato e a Novi Ligure, la...

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Iscriviti alla nostra newsletter

error: Questo contenuto è protetto

Pin It on Pinterest

Share This