Vi piacciono le storie di fantasmi?
Ogni castello ha sempre la sua storia e il suo fantasma, non fa eccezione il castello di Montaldeo.

Si narra che Suor Costanza Gentile, fuggì dal monastero di San Leonardo di Genova, nel 1699. La giovane venne riconosciuta e fermata a Voltaggio, ma l’intervento di Clemente Doria, signore di Montaldeo e suo amante segreto, la fece liberare. La storia d’amore, che la legava al nobile genovese e che l’aveva spinta alla fuga, sembrava così concludersi felicemente.
La leggenda narra che una sera d’inverno, giungendo inatteso al castello, il marchese, introdottosi per un passaggio segreto, la sorprese fra le braccia di un nuovo amante. L’ira lo accecò ed ordinò a due soldati della sua scorta di uccidere la donna e di murarne il cadavere. Poi, incurante della neve che chiudeva i valichi, ripartì dal castello per non tornarvi mai più. Morì parecchi anni dopo, carico d’onori, ma lontano dalla patria.
Da allora l’anima dannata della monaca lussuriosa si aggira nelle stanze del castello e per le vie del borgo e nelle notti più cupe si può udire il suo pianto disperato a ricordare la sua sofferenza per colpa di quella breve passione….