Il Comune di Rocchetta Ligure, in collaborazione con l’Associazione “Oltre le Strette” e la Pro loco, organizza nei giorni 27 e 28 luglio 2018 in occasione della festa patronale di S. Anna, INNESTI il primo Festival di “degustazioni teatrali”.

INNESTI trae spunto dall’operazione botanica per creare un nuovo innesto di tipo culturale tra arte e territorio e proporre un Festival dove compagnie teatrali professioniste e produttori locali si inseriscono in contesti per loro inusuali, per unire i loro prodotti ed offrire ciò che di meglio hanno da donare in termini eno-gastronomici e artistici.

Il programma è ricco e prevede l’assaggio di vini, salumi, formaggi locali, pani e focacce di grano antico e performance teatrali innestati: si va a teatro sul torrente Borbera, si degusta all’interno dello storico Palazzo Spinola, si musica il mercato in piazza, si fa merenda con pane, teatro e marmellata in un giardino e si ascoltano storie partigiane in una camminata geo-teatrale lungo uno dei Sentieri della Libertà dal titolo “PONTE ROTTO”, venerdì 27 LUGLIO 2018 dalle ore 09.39 alle ore 14.30-15.00.

L’escursione sarà condotta da Irene Zembo, geologa milanese innestatasi in Val Borbera, così descrive l’itinerario lungo le Strette:

“Un itinerario storico, geologico, paesaggistico e naturalistico unico nel contesto piemontese, da percorrere dentro le profonde gole scavate nei millenni dal Borbera. Nel tratto da Pertuso a Persi, il Borbera scorre incassato dentro gli imponenti muraglioni dei Conglomerati di Savignone, di età oligocenica, alternando pozze in cui fare il bagno a estesi tratti in cui la corrente sfiora le caviglie. In questo canyon fatato, conosciuto con il nome di “Strette”, la Storia è da sempre protagonista. L’escursione, infatti, consente di attraversare uno dei “Luoghi della Memoria” della Resistenza partigiana e visitare l’area monumentale della Battaglia di Pertuso”.

Simone Mastrotisi, il gallo della compagnia teatrale “Allegra Brigata Chicchirichì”, anche lui da poco innestatosi in Val Borbera, durante l’escursione racconterà alcune vicende legate alla Resistenza partigiana svoltasi in quel tratto di strada: “Lettere partigiane. Estate 1944…”

Quattro lettere, quattro riflessioni dalla Battaglia di Pertuso, un attore e un musicista col suo clarinetto. Un racconto musicale in cammino sui Sentieri della Libertà.

Il tutto con i piedi a mollo nell’acqua, gli occhi spalancati sulle pareti rocciose dalla forma arrotondata delle Strette, le orecchie aperte alle voci di chi quelle vie le ha percorse e ne ha scritto la storia.


DETTAGLI PERCORSO:
Luogo e orario di partenza:
Stele di Pertuso, ore 9:30
Difficoltà: E – torrentismo
Tempo di per correnza: 4 ÷ 5 h
Dislivello: -51 m
Lunghezza percorso: 6 km

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Prenotazione e pagamento quota agenzia di viaggi www.celeber.it: Chiara Priori 02.45373540
Quota 20 euro adulti e 10 euro bambini fino a 12 anni.
Prenotazione immediata sino a esaurimento posti (20)
entro giovedì 26/07/2018


 

L’obiettivo del Festival è quello di creare legami sempre più stretti e collaborazioni originali tra le molteplici realtà esistenti in Val Borbera, nella convinzione che unendo le forze e valorizzando tutte le potenzialità si possa giungere ad una maggiore coscienza del patrimonio artistico, culturale, storico, geologico e gastronomico – la ricchezza della Valle stessa – e progettare un futuro migliore e più sostenibile
per tutti.

Il Festival ha il suo fulcro nel Palazzo Spinola che da sempre ospita eventi culturali legati al territorio, alla popolazione e alle tematiche dei suoi musei permanenti – il museo di “Arte Sacra delle Valli Borbera e Spinti” e il museo della “Resistenza e Vita Sociale in Val Borbera” – e apre alle visite guidate i suoi spazi accessibili e le mostre temporanee come le due mostre allestite questa estate: “BorberArt” in collaborazione con il Parco Mongiardino e “Cartografia e antiche strade tra Genovesato e Pianura Padana”, aperte fino a settembre.