Giornate Fai di Primavera: svelati i luoghi!

Quest’anno l’appuntamento con le giornate FAI di Primavera, si svolgerà sabato 15 e domenica 16 maggio 2021Questo primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura organizzato dopo l’ultimo periodo di lockdown, porterà all’entusiasmante scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di 600 luoghi in 300 città e 19 Regioni, molti dei quali poco conosciuti accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti. I posti disponibili sono
limitati; prenotazione obbligatoria sul sito del Fai, fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita. Come sempre protagonista di questo attesissimo appuntamento anche il Basso Piemonte con diverse aperture speciali:

Tra Novi Ligure e Gavi

  • dalle ore 10.30 alle 18.00 con orario continuato, con partenze ogni mezz’ora sarà possibile visitare la tenuta LA MARCHESA espressione di un antico passato che affonda le proprie origini nel Seicento (la Cascina Saula, dapprima
    Sacca dal nome del suo vecchio proprietario, oggi sede di un accogliente agriturismo) e nel Settecento (la Villa Marchesa,
    realizzata dall’aristocratica famiglia genovese dei Sauli, con l’oratorio tardo barocco e le sue forme semplici ma armoniche che derivano dalla vocazione prevalentemente agricola e non già di villeggiatura). I terreni che compongono l’insediamento coprono una superficie di circa 76 ettari e si collocano in una posizione di forte valenza paesaggistica poiché dal punto più alto della tenuta lo sguardo consente di spaziare dalle Alpi, ai colli tortonesi sino alle colline del gaviese in direzione Genova. Oltre alle coltivazioni a vite la tenuta offre ampi spazi boscati e la possibilità di raggiungere, con una breve passeggiata, un piccolo lago caratterizzato da fioriture di iris gialli a maggio e di fiori di loto da
    giugno a settembre.
  • dalle ore 10.30 alle 18.00 con orario continuato, con partenze ogni mezz’ora sarà possibile visitare la tenuta LA RAIA, con l’Azienda Agricola è impegnata nella ricerca continua di una produzione in armonia con l’ambiente (ne sono un esempio il metodo biodinamico adottato da sempre per la produzione vinicola ma anche l’allevamento di bestiame di razza Fassona allo stato brado) e con la Fondazione La Raia – arte cultura territorio nata nel 2013, persegue l’obiettivo di promuovere una riflessione critica sul paesaggio tramite lo sviluppo di attività artistiche, culturali, didattiche e di ricerca volte a promuovere la conoscenza del territorio del Gavi. Con il progetto Nel Paesaggio la Fondazione ha reso possibile, fino ad oggi, l’installazione di diverse opere permanenti di artisti contemporanei di fama internazionale che punteggiano il territorio della tenuta il cui cuore è rappresentato dalla cantina che è stata interessata da un ampliamento caratterizzato dal connubio di antico e moderno, nella quale i criteri tecnologici più avanzati si sposano con l’antica tecnica costruttiva locale del pisé, tipica di molti edifici rurali del territorio costruiti con l’impiego della terra cruda.

Entrambe le visite messe a punto dalla Delegazione FAI Novi Ligure insieme al Gruppo FAI Giovani  avranno una durata ciascuna di circa un’ora/un’ora e mezza, si svolgeranno all’aperto e consentiranno di apprezzare il paesaggio con percorsi agevoli che si snoderanno tra i vigneti e i campi delle due tenute (per godere al meglio della visita si consigliano comunque scarpe comode).
I gruppi di visita saranno accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Amaldi di Novi Ligure, coordinati e coadiuvati
dai rappresentanti del GRUPPO FAI GIOVANI NOVI LIGURE.

Alto Monferrato: Lerma e la via del Sale

  • Per la giornata di domenica 16 maggio dalle ore 9.00 alle ore 18.00 PASSEGGIATA LUNGO LE ANTICHE VIE DEL SALE DI LERMA ALLA SCOPERTA DELLE ANTICHE CHIESETTE CAMPESTRI.
    Alla scoperta del bellissimo borgo dell’appennino ligure piemontese a ridosso dei monti Tobbio (1089 mt s.l.m.) e Tugello (848 mt s.l.m.) lungo le sponde del fiume Piota, ad una altitudine di 269 mt s.l.m. Sarà l’occasione per percorrere un tratto della via del Sale visitando piccoli ma preziosi edifici di culto campestri (solitamente chiusi)  e potersi calare nello spirito dei carrettieri e dei pellegrini medievali. San Pantaleo in località Masino, la chiesetta di San Sebastiano, il Castello Spinola con il suo ricetto e la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, la piccola chiesa di San Bernardo, quella di San Giovanni al Piano ed infine San Rocco, sono la ricca offerta proposta dai volontari del Gruppo.
    Percorso di visita organizzato dal GRUPPO 7 CASTELLI DALTOBBIO ALL’ORBA.

Informazioni e Prenotazioni

Prenotazione obbligatoria su www.giornatefai.it entro la mezzanotte del giorno precedente la visita, fino a esaurimento posti
disponibili. Contributo minimo suggerito a partire da 3 € per sostenere la missione della Fondazione e partecipare
alle visite in completa sicurezza.

Articoli correlati

Buon compleanno Fausto!

Buon compleanno Fausto!

Il 15 Settembre 1919 nasceva a Castellania Fausto Coppi, quarto dei cinque figli di Domenico Coppi...

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Iscriviti alla nostra newsletter

error: Questo contenuto è protetto