Costante Girardengo e le Olimpiadi

Costante Girardengo, conosciuto come l’omino di Novi, passato alla storia come il primo grande Campionissimo, ha intrecciato sempre la sua vita con lo sport.
Lo dimostra anche questo episodio: dopo la prima Grande Guerra che aveva fermato l’attività sportiva, nel 1920 si organizzano i Giochi olimpici di Anversa.
L’Italia é uscita distrutta dalla guerra e iI governo Nitti in difficoltà é restio a finanziare la rappresentativa azzurra alle Olimpiadi. Interviene allora Costante Girardengo, già affermato campione della bicicletta che scrive al Presidente del Consiglio: “L’Italia non deve disertare le Olimpiadi, una adunata mondiale che offre al governo italiano I’occasione per iniziare la più sana politica: il miglioramento del materiale uomo“. Nitti in persona gli risponde promettendo un impegno consistente: parte così I’iniziativa del governo che lancia una sottoscrizione che consente la partecipazione degli atleti azzurri ai Giochi di Anversa. Qui si rivela il talento di Ugo Frigerio, 19 anni, un tipografo che va a vincere l’oro 🏆🥇 nei 3 e nei 10 km.
Il 9 febbraio ricorre l’anniversario della scomparsa del grande campione del ciclismo e coincide lo svolgimento delle OLIMPIADI INVERNALI Beijing 2022

Articoli correlati

La Singer di Casa Coppi

La Singer di Casa Coppi

Il 12 agosto del 1851 viene riconosciuto il brevetto della macchina per cucire a Isaac...

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Iscriviti alla nostra newsletter

error: Questo contenuto è protetto

Pin It on Pinterest

Share This