Mornese e l’ufficio di Corriere Maggiore

Il castello di Mornese è protagonista dell’affascinate storia dell’ufficio di Corriere Maggiore.

Tutto comincia nel ‘500 quando Filippo il Bello, Re di Castiglia, concede a Francesco de Tassis l’Ufficio di Corriere Maggiore, affinchè esercitasse il trasporto di persone e corrispondenza all’interno dei suoi possedimenti. Il privilegio passò di generazione in generazione fino al 1604 quando la concessione fu venduta, per un periodo paria per due generazioni, dal Conte Villamediana al banchiere genovese Gerolamo Serra, per 55.000 scudi. Il banchiere però, approfittando delle ristrettezze delle finanze spagnole, ottenne dalla Regia Camera di Sua Maestà Cattolica Filippo III, dietro un pagamento di altri 38.000 scudi che la privativa diventasse perpetua.

Nel contempo il banchiere Antonio Pallavicino, signore di Mornese, dovette cedere gli immobili del suo feudo al Fedecommesso della famiglia Serra, per problemi economici derivanti dal fatto che la Corona spagnola non gli rimborsava i suoi crediti. Fu così che Giovanni Battista Serra (figlio di Gerolamo), divenne Signore di Mornese. Nel 1641 Giovanni Battista cedette metà dei suoi diritti dell’Ufficio di Corriere Maggiore al cognato Paolo Francesco Doria.

Tra il 1718 e il 1722, l’imperatore austriaco Carlo VI  decide di seguire in prima persona il servizio di posta del suo Regno e pertanto indennizzò i concessionari del Regno, tutti ad eccezione della Lombardia dove con le sorelle Serra la risoluzione della concessione si risolse solo dopo il 1731 dietro il pagamento  alle sorelle Serra, compadrone di Mornese, di 320.000 fiorini oltre gli interessi del 5%.

A ricordare questa prestigiosa concessione il segnavento che svetta dalla sommità del castello a forma di carrozza.

 

Foto Claudio Repetto

 

Articoli correlati

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Iscriviti alla newsletter

Pin It on Pinterest

Share This