Case vacanze: tutto ciò che c’è da sapere

Quanti di noi, dei nostri nonni, genitori o parenti possiedono una seconda casa in località diverse da quella abituale come al mare, in montagna o in qualche borgo storico d’Italia? E quanti vorrebbero sfruttare l’occasione di mettere in affitto le proprie case nei mesi in cui non vengono utilizzate?

Abbiamo chiesto a Cristiana Carpini direttrice commerciale di Happy Rentals Group, che si occupa proprio del settore di affitti brevi, di aiutarci a raggruppare le principali informazioni sulle case vacanze, per affittare in piena regola un appartamento o una casa indipendente rimasti in disuso.

Chi sono i principali turisti che scelgono la casa vacanza per le proprie ferie?

Solitamente famiglie, famiglie con bambini, famiglie con animali che concepiscono le vacanze in piena libertà, senza fare i conti con gli orari imposti dalle strutture alberghiere.

Come si può aprire una casa vacanza?

Innanzitutto è necessario informarsi presso il comune in cui è sito l’immobile di quali autorizzazioni siano necessarie per “affitto turistico ad uso privato”

È necessario aprire una partita IVA?

Ciò dipende se si tratta di affitto occasionale o meno. Ad esempio, se si possiedono più di tre immobili sul territorio destinati a casa vacanza è necessario aprire una partita. Se si parla di affitto turistico ad uso privato, come nel caso di una seconda casa messa in affitto nei mesi in cui non viene utilizzata, non è necessario aprire una partita IVA.

Qual è la registrazione più importante e obbligatoria?

La registrazione dei dati catastali e ulteriori dati della casa per ottenere il codice CIR ossia il Codice di Identificazione Regionale obbligatorio in qualsiasi annuncio e pubblicità.

Come si ottiene il Codice di Identificazione Regionale?

Per il Piemonte, il codice CIR si ottiene andando a registrare i dati della casa sul portale “Ross 1000” di Turismo Regione Piemonte e in meno di 24 ore si ottiene il codice.

È necessario registrare gli ospiti?

Assolutamente sì. Tutti gli ospiti devono essere registrati sul portale della questura entro 24 ore. È possibile effettuare questa registrazione anche sul portale di Turismo Regione Piemonte i quali verranno trasmessi direttamente al portale della questura.

Dobbiamo fare tutto da soli?

Una volta presa la decisione di mettere in affitto una seconda casa i tour operator come Happy Rentals Group si potranno occupare di ogni dettaglio: dall’aiuto nell’espletamento delle pratiche iniziali, alla commercializzazione fino alla partenza dell’ospite e oltre, del rispetto di tutte le norme e regole sia burocratiche sia d’igiene con certificazioni per la biancheria, detersivi e altro, degli aspetti più tecnologici e avanzati per quanto riguarda il self check-in.
Inoltre un grande valore aggiunto è la collaborazione con i territori per consigliare al meglio e fornire materiale sulle varie attrazioni, escursioni e richiami del luogo, per questo il Distretto del Novese mette a disposizione i suoi servizi di comunicazione come la app #visitDN per far conoscere il bello e il buono del Basso Piemonte e gli eventi che si susseguono in tempo reale di fine settimana in fine settimana.
Tutto ciò permette di offrire un servizio molto personalizzato all’ospite.

Le case vacanze devono rispettare le procedure anti COVID?

Assolutamente sì. Si deve avere cura della pulizia, disinfezione e sanificazione. Tutte le case devono avere a disposizione gel disinfettanti all’entrata, mascherine e guanti. Per quanto riguarda la biancheria ci sarà a disposizione una certificazione che garantisce la disinfezione da parte della lavanderia.

Può occuparsene direttamente il proprietario della biancheria?

Si ma con delle regole. La biancheria deve arrivare da una lavanderia e deve essere sigillata e lasciata sopra il letto. Anche i detersivi devono essere certificati.

È possibile effettuare il self check-in?

La maggior parte delle strutture hanno a disposizioni key box, sono stati sviluppati i servizi di messaggistica istantanea e il supporto telefonico e, ancora, sono stati implementati i “Welcome kit” per cucine, bagni ma anche per la prima cena o la prima colazione con prodotti tipici del luogo

Come deve essere la casa ideale?

Per il turista straniero deve essere una casa autentica, magari con oggetti tipici del territorio. Ma importante è anche la tecnologia come la Smart TV, la connessione internet, le colonnine di ricarica per le E-Cars.

Il turista italiano invece è interessato maggiormente alla casa confortevole e anche lo spazio sala giochi è apprezzato, come tavoli da Ping Pong, biliardino e altro.

Sei interessato al progetto delle Case vacanze, vuoi essere contatto dal Gruppo Happy Rentals Group – Happy Holidays Home, per un sopralluogo gratuito?

  • Consulta la sezione “Contattaci” del sito https://www.happyholidayhomes.net/contact-us di Happy Holidays Home
  • oppure invia una e-mail diretta ad Happy Holidays Home fornendo tutte le informazioni (nominativo, contatto telefonico breve descrizione immobile) a owners@happy.rentals
  • o ancora contattando il Distretto del Novese e-mail  info@distrettonovese.it provvederemo a inoltrare i Vs dati (nominativo, contatto telefonico breve descrizione immobile- email) al tour operator

Di seguito il video Case vacanze nei piccoli centri storici con Cristiana Carpini, Direttrice commerciale Happy Rentals Group e Arianna Tomelleri Trainer south Europe del gruppo e presidente Anbba Liguria.

Articoli correlati

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Iscriviti alla nostra newsletter

error: Questo contenuto è protetto

Pin It on Pinterest

Share This