Uscite didattiche nel Distretto del Novese

Durante il corso dell’anno, il Distretto del Novese collabora con gli istituti scolastici che ne fanno richiesta per organizzare uscite didattiche andando così a raccontare uno o piu’ aspetti della rete territoriale che nel corso degli anni si è costituita intorno al Distretto stesso (quasi una quarantina di comuni del Basso Piemonte riuniti in convenzione).

L’uscita didattica è una forma d’insegnamento, in cui gli studenti sono facilitanti nell’apprendimento, nel nostro caso, posso immergersi nella realtà territoriale del Basso Piemonte, con le peculiarità, i punti di forza e di debolezza e i progetti realizzati e quelli in corso.

Particolare dell’Azienda Agricola Biodinamica La Raia

Per quanto riguardo il Distretto del Novese, un’uscita didattica non si esaurisce con le 6-8 ore della giornata, richiede un lavoro preparatorio: da un lato con l’istituto scolastico per mettere a punto logistica e mobilità (ad esempio, nei percorsi collinari, bisogna valutare l’itinerario in funzione della dimensione del bus) e dall’altro con la rete di strutture che vengono coinvolte di volta in volta, per verificare disponibilità, tempistiche  (ad esempio, verificare e far combaciare i giorni e gli orari di apertura con la giornata prescelta) per poi far convogliare il tutto nel programma complessivo.

A titolo esemplificativo, raccontiamo attraverso i punti più salienti, l’ultima uscita didattica, in ordine cronologico che abbiamo portato a compimento: protagonista il corso ITS (Istituto Tecnico Superiore) Turismo e Attività Culturali, con sede a Bra e specializzato nella gestione di Strutture Turistiche Ricettive.

Cantina dell’azienda agricola biodinamica La Raia

Le tappe messe a punto sono state indirizzate verso l’organizzazione e la gestione di una struttura di accoglienza,  definire e coordinare i rapporti con fornitori e clienti, organizzare e pianificare attività di promozione e commercializzazione, utilizzo degli strumenti di marketing e web marketing.

Circuito artigiani del Gusto – La Casa del Raviolo di Gavi

I ragazzi  hanno potuto toccare con mano o forse dovremmo dire con “gusto” il circuito degli artigiani e come il singolo prodotto tipico possa essere raccontato, non come elemento a se stante ma come un tassello di un progetto più ampio di markenting turistico.

Circuito degli Artigiani del gusto – Panificio Cristina di Gavi

Nel pomeriggio hanno potuto conoscere, immerso nelle colline del Gavi, lo straordinario ecosistema de “La Raia”: azienda agricola biodinamica del Gavi, Fondazione che mette insieme arte, cultura e paesaggio e Locanda, la grande casa verde circondata da vigneti,  pascoli e boschi.

Il sentiero dell’arte che collega La Raia Azienda Agricola Biodinamica alla Locanda La Raia

La classe ha potuto ascoltare una dettagliata spiegazione della storia e delle tecniche di coltura biodinamica e di vinificazione, il racconto dell’accoglienza che viene riservata agli ospiti della Locanda, il “sentirsi a casa” anzi nella grande casa verde posta al centro delle colline del Gavi, ammirare la cantina in Pisè (terra cruda) de La Raia e scoprire il percorso tra i vigneti con le opere d’arte a tema del paesaggio.

Foto di gruppo davanti ad un muro di pisè (terra battuta) della Cantina La Raia

 

Per informazioni:
e-mail –> info@distrettonovese.it

 

Articoli correlati

Aperti per Ferragosto

Aperti per Ferragosto

Con Ferragosto alle porte, se vi state chiedendo "Cosa possiamo fare?" Ecco il post giusto da...

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Pin It on Pinterest

Share This