Raccontare un territorio partendo dai suoi sapori, dalle tradizioni che si intrecciano con la storia dei laboratori artigiani che, di generazione in generazione, custodiscono le antiche ricette dei piatti della tradizione, è possibile? La risposta è assolutamente affermativa ed è quello che è successo domenica 23 settembre 2018, in occasione del Salone del Gusto 2018, quando il Distretto del Novese si è presentato a Torino, all’interno della prestigiosa vetrina di Casa Piemonte Slow Food, in partnership con il Consorzio Tutela del Gavi, ospiti della Regione Piemonte settore Artigianato, per raccontare e far gustare il territorio.

Il viaggio tra i sapori e i saperi del territorio del basso Piemonte, durante l’evento dal titolo “Distretto del Novese: un territorio da gustare“, ha letteralmente ammaliato tutti gli intervenuti.

Tante le eccellenze tipiche di una terra di confine tra Piemonte e Liguria che sono state raccontate e poi degustate. Per gli amanti del salato abbinato al grande bianco Piemontese il Gavi DOCG, la tipica focaccia novese, la torta di riso del Panifico Kri di Gavi e la testa in cassetta di Gavi presidio Slow food prodotta dalla Macelleria Bertelli di Gavi.

Tra le prelibatezze dolci: i baci di dama della pasticceria La Pieve di Novi Ligure, gli amaretti morbidi della storica pasticceria G.B.Traverso di Gavi e i canestrelletti del laboratorio italy Gourmet di Gavi abbinate ad una degustazione di caffe’ con la tradizionale tostatura “A LEGNA” della torrefazione Ronchese di Arquata Scrivia.

Nella foto la presentazione del tavolo della degustazione prima dell’inizio dell’evento

Per 90 minuti i partecipanti hanno dapprima ascoltato la presentazione del territorio,  il racconto dei suoi prodotti e i progetti che vedono protagonisti gli artigiani, il Distretto del Novese  e le amministrazioni comunali che costituiscono il distretto stesso, come nel caso del paniere dei prodotti De.Co., o il circuito “Arte, gusto e mestiere”.

Grazie alla partecipazione del Consorzio Tutela del Gavi si è parlato del grande bianco piemontese, il  Gavi docg, della sua storia e degli abbinamenti con i prodotti della tradizione e sono solo!

Momento conclusivo della giornata una standing ovation ai produttori e alle eccellenze presentate a cui è seguito il brindisi finale, rigorosamente Gavi docg, di tutto il team che ha permesso la buona riuscita dell’evento.

Nella foto il brindisi finale