Febbraio, tempo di  Carnevale e nel basso Piemonte non può mancare quello di Rocca Grimalda: La Lachera (l’edizione 2019 si svolgera’ sabato 23 e domenica 24 febbraio) che trae origine dagli antichi riti propiziatori primaverili, rappresenta un movimentato e colorato corteo nuziale caratterizzato da un crescendo di suoni con il tintinnare di campanelli e un esplosione di colori data dai copricapo e dai costumi arricchiti con fiori e nastri colorati.

La Lachera dà in nome anche ad uno dei tre balli, è quello danzato ininterrottamente durante il corteo dai Lachè che eseguono piccoli sgambetti avanzando e retrocedendo reciprocamente. Poi c’è la Giga una  vivace  danza eseguita da Lachè e Sposi e il Calisun in cui la Sposa quasi rincorrendoli scaccia i Lachè. A questi balli si aggiungono le danze eseguite dalle campagnole e dai mulattieri come la Monferrina.

La durata dei festeggiamenti è di due giorni, il sabato a partere dalle ore 16:00 con la questua nelle cascine e il tradizionale falo’ e poi domenica con il corteo che si  raduna appena fuori dal paese nei pressi del cimitero concentrico per poi  partire la sfilata alla volta del paese intorno alle ore 15.00.

Come ogni anno la Lachera ospita un gruppo folcloristico che partecipa al Carnevale di Rocca Grimalda. Quest’anno, sfileranno le antiche maschere demoniache slovene i “Lancovski korant”.

Nella foto la Lachera 2017: danze e balli presso la chiesa di Santa Limbania. Foto di Paolo Vaiati gentilmente concesse al Distretto del Novese