Novi Ligure, la città natale di Costante Girardengo, il primo campionissimo che conquistò la sua prima  Corsa Rosa nel 1919, vincendo 7 tappe su 10, su un percorso totale di 2984 km, mercoledì 22 maggio ospiterà il primo arrivo piemontese di questo Giro d’Italia 102.

La Carpi -Novi con 221 km, è una tappa assolutamente piatta, che termina l’attraversamento della Pianura Padana. Dopo Casteggio si segue il tradizionale percorso della Milano-Sanremo fino a 3 km dall’arrivo. Si parte da Carpi in direzione Reggio Emilia e dopo l’attraversamento della città si entra nella statale n.9 “via Emilia” che si segue fino a Piacenza con un percorso sempre rettilineo. Dopo Piacenza si percorre praticamente fino all’arrivo la ex statale padana inferiore. Prima di Giungere a Novi, toccherà Tortona e Pozzolo Formigaro per poi giungere nella città dei Campionissimi da Via Mazzini, e poi dirigersi verso Via E. Raggio, passando per Piazza XX Settembre (dove sarà allestito l’Open Village aperto al pubblico dalle 14.30 alle 19.30). L’arrivo sarà in Strada Serravalle 73, intorno alle ore 17.00.

Un servizio navetta gratuito partirà dal parcheggio all’interno dell’ ex- Caserma Giorgi, con tappa davanti a Piazza XX Settembre (nei pressi della  Croce Rossa) per accompagnare  il pubblico interessato nei pressi dell’arrivo (rotonda davanti allo stabilimento DKC) e al termine della gara effettuerà ritorno in città. Il servizio navetta per disabili per accompagnare all’arrivo del giro, partirà alle 14.30 dal Museo dei Campionissimi – Viale dei Campionissimi.

Il Museo Dei Campionissimi, dove fino al 29 settembre 2019, è visitabile la mostra fotografica Coppi in più grande, Merckx il più forte, effettuerà apertura straordinaria martedì 21 maggio dalle 10 alle 19 (biglietto 7 euro) e mercoledì 22 maggio dalle 10 alle 19. (Biglietto ridotto a 4 euro).
Ingresso Gratuito a partire dalle 18.30 per poter assistere al talk show “Un uomo solo al comando”, a cura de La Stampa e Il Secolo XIX. Intervengono: Marco Aime, antropologo, Davide Cassani, CT della Nazionale italiana maschile di ciclismo e Francesco Moser, campione di ciclismo. Prenderanno parte al talk anche i figli del Campionissimo: Marina e Angelo Fausto Coppi. Conducono Luca Ubaldeschi, direttore de Il Secolo XIX e Marco Zatterin, vice direttore de La Stampa.

Per celebrare il passaggio della tappa da Novi Ligure, sarà disponibile dalle ore 10.00 alle ore 16.00 di mercoledì 22 maggio, presso il Centro Servizi Il Cuore di Novi, in Corso Marenco 103 l’annullo filatelico di Poste Italiane e uno speciale folder celebrativo dedicato alla Città dei Campionissimi.

In questa giornata di festa dedicata al ciclismo un gruppo di appassionati delle biciclette d’epoca darà vita ad una pedalata sulle strade della Frascheta novese, con partenza alle 11:45 dal piazzale interno della ex-caserma Giorgi.
Le “storiche” maglie della Bianchi, Legnano, Salvarani, Carpano, Tricofilina, Maino, Wolsit, CVA (Circolo Velocipedistico alessandrino) senza dimenticare le società legate al territorio come la SIOF di Pozzolo e la Pietro Fossati di Novi, sfileranno da Novi Ligure fino a Villalvernia, dove, dopo una tappa ristoro, torneranno a Novi Ligure in Piazza XX Settembre per poi sfilare in  via Edilio Raggio e arrivo al traguardo (Strada Serravalle 73) intorno alle 13.30
L’evento si svolgerà con la regia del Giro d’Italia d’epoca di cui è presidente Michela Moretti Girardengo, pronipote del primo campionissimo ed appassionata di bici d’epoca.
Nel pomeriggio, dopo il passaggio del Giro a partire dalla ore 17.30-18.00 i ciclostorici animeranno Novi passando dalle vie del Centro Storico fino al Museo dei Campionissimi.

 

Ulteriori informazioni :

Norme viabili temporanee per l’arrivo del giro: consulta il pdf dell’ordinanza cliccando qui

Museo dei Campionissimi: 0143 322634

Urp ufficio relazioni con il pubblico: 0143 772277