Valore Gavi per contrastare gli effetti del coronavirus

Il Consorzio Tutela del Gavi è al lavoro per mettere appunto un progetto post emergenza che si chiama ‘Valore Gavi’ e mira a contrastare gli effetti del coronavirus.

‘Valore Gavi’ lavora per creare la ‘Destinazione Gavi’ anche grazie all’accordo con un tour operator che opera a livello nazionale e internazionale. Si tratta di un programma che consente al territorio di promuovere professionalmente le diverse esperienze che lo caratterizzano.

Con l’inizio dell’anno si è avviato un inedito gioco di squadra per mettere a sistema le risorse presenti nel territorio. E’ stata favorita la cooperazione tra istituzioni, operatori pubblici e privati, tra cui anche il Distretto del Novese.

Iniziative in corso o programmate

Nell’ambito di Valore Gavi, il progetto che vuole contrastare gli effetti del coronavirus, sono diverse le iniziative in corso o in programma.

E’ in corso una indagine conoscitiva tra produttori vinicoli e operatori dell’accoglienza (ristoranti, alberghi e B&B) finalizzata alla creazione di offerte turistiche mirate ed esperienziali. Le proposte saranno dedicate sia al bacino di utenza proveniente dalle aree milanesi, liguri e piemontesi che ai visitatori annuali dell’Outlet di Serravalle.

A complemento dell’azione di promozione territoriale, il progetto prevede l’avvio di un piano multimediale (video + web + social media). Questo sarà diretto al pubblico degli operatori del settore e dei winelovers, per affiancare i produttori nella promozione del Gavi docg.

Collante di questa azione a due dimensioni è il soggetto della nuova etichetta istituzionale Gavi docg, affidata all’artista e illustratore Riccardo Guasco.

Le criticità per il Gavi al tempo del coronavirus

“Stiamo constatando come l’allarme sanitario internazionale stia colpendo duramente anche il comparto vinicolo” – segnala Roberto Ghio, Presidente del Consorzio Tutela del Gavi“I produttori continuano a imbottigliare, ma i lavori in cantina sono rallentati dalle disposizioni governative, e paventiamo la contrazione dei consumi, dovuta alla chiusura delle enoteche e dei ristoranti in Italia e all’estero, che è il mercato di riferimento per la nostra denominazione. Questo non è il momento di subire passivamente, ma dobbiamo agire organizzando le azioni più efficaci per interpretare il post coronavirus, auspicando che arrivi presto, con iniziative di servizio per i produttori associati e per tutto il territorio del Gavi”.

 

Articoli correlati

Aperti per Ferragosto

Aperti per Ferragosto

Con Ferragosto alle porte, se vi state chiedendo "Cosa possiamo fare?" Ecco il post giusto da...

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Iscriviti alla newsletter

Pin It on Pinterest

Share This