All’inizio del Seicento si insediò nell’Oltregiogo una straordinaria famiglia di scultori e pittori che per oltre un secolo produsse opere d’arte di grande successo. La famiglia dei Carlone, proveniente da Rovio nel Canton Ticino ma presto annoverata come genovese, divenne un punto di riferimento imprescindibile per i più importanti committenti della Superba e di tutta la Repubblica di Genova.
Tra i vigneti del Cortese, nella splendida ex abbazia di San Remigio,  a Parodi Ligure, fino al 1 settembre, sono raccolte venticinque opere dei più importanti rappresentanti della famiglia Carlone: lo scultore Taddeo, i pittori Giovanni, Giovanni Battista e Giovanni Andrea.

Legati da vincoli di parentela con l’Oltregiogo, sono sposati con donne originarie di Voltaggio, risiedono a lungo a Parodi Ligure tanto da dare il loro nome ad una località, la Carlona. Giovanni Carlone dipinge opere conservate nell’Abbazia di cui il fratello Francesco è parroco, mentre l’altro fratello, Giovanni Battista, compra qui casa dove cresce i suoi 24 figli tra cui l’ultimo grande artista, Andrea. Le loro opere sono ancora collocate nelle Chiese e negli Oratori del territorio dell’Oltregiogo per cui la mostra sarà il volano per valorizzare quei capolavori. Tra tutti è celebre il soffitto affrescato per l’Oratorio dei Bianchi a Gavi.

All’interno dell’affascinante abbazia di San Remigio sono visibili oltre 25 opere tra marmi e dipinti di cui diversi inediti e mai esposti in pubblico. Gli autori sono Taddeo Carlone, i suoi figli Giovanni e Giovanni Battista, il nipote Andrea e artisti a loro contemporanei. Tra tutti Giovanni Battista è colui maggiormente legato a Parodi di cui sono presentate, tra le altre, la straordinaria coppia di grandi tele raffiguranti ‘Le storie di Giuseppe’ anticamente nella collezione dei duchi Norfolk a Londra. Di una collezione privata è il bozzetto per il soffitto affrescato di palazzo Doria Spinola De Ferrari di Genova raffigurante ‘Ritrovamento di Mosè’. Sono coinvolti prestiti da importanti istituzioni genovesi quali i Musei di Strada Nuova, l’Accademia Ligustica , il Museo Diocesano di Genova e Banca Carige.

LA TERRA DEI CARLONE Arte barocca tra Genova e l’Oltregiogo a cura di Maurizio Romanengo
Abbazia di San Remigio – Parodi Ligure (Al)
durata: 30 giugno – 1 settembre 2019

Orari di Apertura: dal venerdì alla domenica dalle ore 15.30 alle ore 19.30

Ingresso: Intero 10,00 € – Ridotto 5,00 € – Gratuito per i residenti dei Comuni aderenti all’Associazione Oltregiogo