L’ Italia partecipa alla Notte dei pipistrelli (European Bat Night), istituita nel 1997 a cui oltre 30 Stati aderiscono e che si svolge sempre a fine agosto.

Anche il Basso Piemonte aderisce, infatti il Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo propone per venerdì 24 agosto nel borgo antico di Casaleggio Boiro una serata dedicata ai pipistrelli,  con una relazione e una escursione, a cura del dott. Roberto Toffoli – ricercatore e consulente faunistico, finalizzata alla conoscenza e al riconoscimento in natura di questi piccoli animali.

PROGRAMMA DELLA SERATA:

ore 21.00 alla chiesa San Leone di Casaleggio Boiro (borgo antico): breve relazione sui pipistrelli (riconoscimento, ecologia, etologia, tutela e conservazione)

ore 22.00 al castello di Casaleggio Boiro: escursione con il “bat-detector” per osservazione e riconoscimento specie

Costo: Euro 5,00 a persona

Informazioni: Guardiaparco Giacomo Gola ( 335.6961784 ; giacomo.gola@areeprotetteappenninopiemontese.it)

Foto Andrea Janda


Falsi miti sui pipistrelli

Vi siete mai chiesti a cosa servono i pipistrelli? Proviamo a rispondere a questa domanda.

Vi piacciono le banane, avocado e magari anche un bel margarita? Beh ogni volta che si gustano bisognerebbe ringraziate i pipistrelli. I piccoli mammiferi, come le api, sono pollinatori  secondo lo U.S. Forest Service, i pipistrelli sono responsabili dell’impollinazione di circa 300 piante da frutto e dell’agave, con cui si fa la tequila.

Inoltre, secondo il Center for Biological Diversity, i pipistrelli forniscono “un servizio di pesticida non tossico il cui valore si stima dai 3,7 ai 53 miliardi di dollari l’anno”. Ogni pipistrello ingurgita infatti circa 2000 insetti per notte.

Tra le credenze popolari c’è quella che i pipistrelli si attacchino ai capelli, Falso! Il loro modo di volare, trae in inganno…può sembrare che i pipistrelli puntino alla nostra testa, ma non è così.