Sabato 21 settembre, alle ore 10:00, presso la Biblioteca di Novi Ligure, in Via Marconi, è stato formalizzato il rinnovo della convenzione per la gestione associata del Distretto del Novese, una convenzione tra i comuni del Novese, Alto Monferrato e Val Borbera e per l’occasione sono stati presentati i risultati raggiunti e i progetti in corso.

Non una giornata qualsiasi ma in occasione delle GEP 2019, le giornate europee del patrimonio, promosse dal Consiglio d’Europa che aprono ai cittadini le porte di monumenti e di siti storici, artistici e naturalistici. Gli stessi siti e manifestazioni che ogni giorno il Distretto del Novese promuove sul web e sui social.

Con un ampia partecipazione di pubblico, non solo amministrazioni pubbliche ma anche associazioni, mondo della scuola, cittadini, sono stati raccontati prima attraverso un video e poi in dettaglio i risultati e i progetti in corso.

Nella foto la sala della Biblioteca di Novi durante la presentazione del Distretto del Novese di sabato 21 settembre 2019

COME NASCE IL DISTRETTO DEL NOVESE

Il Distretto è nato a seguito della sperimentazione dei Distretti commerciali promossi dalla Regione Piemonte nel 2006, l’unico dei cinque distretti (Novi Ligure, Vercelli, Alba – Bra Ivrea e Cuneo) che ha avuto un seguito dopo la fase di sperimentazione, costituendosi, a partire dal 2013, in una gestione associata, tra enti locali, ai sensi dell’art.30 D. Lgs. n. 267/2000.

COMUNI CHE HANNO ADERITO AL DISTRETTO DEL NOVESE e BUDGET

Nella fase di sperimentazione nata su input regionale i comuni del Distretto del Novese erano 11, oggi i comuni aderenti alla convenzione del Distretto sono 33.

  1. Arquata Scrivia
  2. Basaluzzo
  3. Belforte Monferrato
  4. Borghetto Borbera
  5. Bosco Marengo
  6. Bosio
  7. Carrega Ligure
  8. Carrosio
  9. Casaleggio Boiro
  10. Cassano Spinola (include anche Gavazzana)
  11. Castellania
  12. Fraconalto
  13. Fresonara
  14. Gavi
  15. Grondona
  16. Lerma
  17. Montaldeo
  18. Mornese
  19. Novi Ligure
  20. Parodi Ligure
  21. Pasturana
  22. Pozzolo Formigaro
  23. Predosa
  24. San Cristoforo
  25. Sardigliano
  26. Serravalle Scrivia
  27. Stazzano
  28. Vignole Borbera
  29. Villalvernia
  30. Voltaggio
  31. Comunità collinare del Gavi (3 comuni Capriata d’Orba, Francavilla Bisio, Tassarolo)

La territorialità afferente l’area di promozione del Distretto del Novese si può estendere fino a 56 comuni. La convenzione resta “aperta” con la possibilità per le altre amministrazioni di aderire con una delibera di Consiglio Comunale. Il Distretto ha a disposizione annualmente, poco meno di 15.000,00 euro derivanti principalmente dalle quote dei comuni.

COSA FA IL DISTRETTO

L’obiettivo principale del Distretto del Novese è la valorizzazione del territorio e la promozione delle eccellenze culturali, artistiche, architettoniche e enogastronomiche. Il Distretto del Novese ha puntato da sempre sul web e sui social che permettono anche alle piccole realtà di intercettare pubblici lontani senza impegnare importanti risorse economiche che invece sono necessarie per le campagne promozionali tradizionali.

Il Distretto collabora con i tour operator per la stesura degli itinerari turistici e svolge azione di marketing territoriale e turistico, principalmente attraverso i canali digitali web e social. Nel corso del 2019 è entrato a far parte del Comitato PromotorePA Social, la prima associazione italiana dedicata allo sviluppo della nuova comunicazione (social network, chat). Ad ottobre 2019, a Torino, in occasione degli “Stati Generali della nuova comunicazione pubblica”, l’evento dedicato alle migliori esperienze di nuova comunicazione via web, social network, chat, intelligenza artificiale, il Distretto del Novese è stato scelto per essere presentato come best practice della comunicazione pubblica in ambito turistico.

A gennaio la piattaforma americana Likealyzer, con una valutazione di 97 su 100, su un campione di 1.680.195 pagine analizzate, ha inserito il canale Facebook del Distretto del Novese al primo posto nella classifica italiana e al terzo posto nella graduatoria mondiale, a pari merito, con altre quattro pagine social.

IL DISTRETTO “DA I NUMERI”!

200.000 le visite web e social medie mensili (traffico organico)

36.000 (commenti, like, condivisioni) grado di interazione mensile medio della pagina Facebook  “Distretto del Novese”

2.000 le persone che nell’ultimo anno hanno partecipato a viaggi organizzati da tour operator coordinati dal Distretto del Novese

PROSSIMI APPUNTAMENTI CHE VEDRANNO PROTAGONISTA IL DISTRETTO DEL NOVESE

26 settembre Alessandria c/o UPO dove da due anni è attiva una collaborazione con il Master sul Turismo

2-5 ottobre Abilitando 2019 un convegno sul turismo per tutti. Il distretto parteciperà sia alla giornata di Convegno ad Alessandria, sia a Santa Croce a Bosco Marengo con un laboratorio didattico che progetto inclusivo “Visit Distretto del Novese”

9-11 ottobre TTG Fiera del Turismo a Rimini il più importante appuntamento italiano dedicato al Turismo

11 ottobre Torino – “Stati Generali della nuova comunicazione pubblica”

25-27 ottobre Genova – Liguria Travel Show -Fiera del Turismo

Il Presidente del Distretto del Novese Il Sindaco del Comune di Novi Ligure Gian Paolo Cabella
Il Presidente del Distretto del Novese – il Sindaco del Comune di Novi Ligure Gian Paolo Cabella

QUALE TERRITORIO PROMUOVE IL DISTRETTO DEL NOVESE?

Il Distretto del Novese si trova in Piemonte, in un’area equidistante da Torino, Milano e Genova, dove i segni degli intrecci storici tra la Repubblica Genovese e il territorio piemontese si possono ancora scoprire in un percorso attraverso i luoghi di arte e le tradizioni gastronomiche, le facciate dipinte dei centri storici che ricordano i borghi liguri, mentre a tavola scorrendo il menu’, piatti come gli agnolotti fanno immediatamente pensare alla terra “sabauda”.

In questa porzione di Piemonte che non ti aspetti si trova Bosco Marengo con il Complesso di Santa Croce e le Opere di Vasari, i castelli dell’Alto Monferrato, i percorsi di trekking tra le Capanne di Marcarolo e la Val Borbera, Libarna la città degli antichi romani lungo la via Postumia, Gavi Bandiera Arancione Touring Club e il suo Forte, nel cuore del centro storico di Novi Ligure i palazzi dipinti e il grande complesso scultoreo in legno alle spalle dell´altare maggiore della Basilica della Maddalena (che rappresenta il Monte Calvario), e poi ancora la Pinacoteca di Voltaggio, al confine con la Liguria, dove è possibile ammirare le tele del Fiasella, di Bernardo Strozzi e del Voltaggino Sinibaldo Scorza. Impossibile dimenticare le dolci colline su cui si allenavano Costante Girardengo e Fausto Coppi, dove vengono coltivati i vitigni del Gavi docg, quelli dell’Ovada docg e del Timorasso, i cui vini ben si abbinano ai salumi del territorio come la testa in cassetta e il salame, o ancora ad altri prodotti tipici come la focaccia novese, la farinata, il Montebore (uno dei formaggi più rari del mondo) senza dimenticare il cioccolato che ha fatto conoscere il novese in tutto il mondo con i grandi marchi di eccellenza e le produzioni artigianali.


Si ringrazia Piero Bogliolo per le foto, Torinonightlife by Annoluce per il video