A Rocchetta Ligure, nel seicentesco Palazzo Spinola, nei locali del mezzanino inferiore, un tempo utilizzati a scopo difensivo e come dimora della servitù è adibito il museo della Resistenza e della vita sociale della Val Borbera. Nello stesso edificio, il piano nobile , ospita il Museo d’ arte sacra.

Domenica 14 aprile nell’edificio si inaugura la mostra temporanea, strettamente legata alla manifestazione BEHIND ENEMY LINES, che si terrà in Val Borbera il 27 e il 28 aprile: il primo evento di ricostruzione storica di una missione alleata che ha operato con le formazioni della Resistenza sul nostro territorio.
L’allestimento, che si è avvalso del contributo dell’OSS Society di Falls Curch – USA e della sezione Anpi ‘Pinan’ Val Borbera, espone materiale originale: oggetti, attrezzature ed equipaggiamenti provenienti dagli aviolanci della missione americana Pee Dee. La mostra sarà visitabile fino alla metà di maggio e sarà aperta la mattina dei giorni festivi e su richiesta. La mostra sarà presentata dall’organizzatore della manifestazione Alessio Parisi, storico e ricercatore presso l’Istituto Ligure per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea di Genova.

La conferenza stampa che seguirà l’inaugurazione, presenterà il programma della manifestazione BEHIND ENEMY LINES che si svolgerà nelle due giornate di aprile, coordinata dai gruppi di rievocatori storici ‘Oliver Drab’ e ‘Devil Dogs Val Borbera’ e patrocinata dai Comuni di Fascia, Carrega Ligure, Rocchetta Ligure, Vignole Borbera, Arquata Scrivia, dall’Anpi e dagli Istituti per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Genova (ILSREC) e di Alessandria (ISRAL). In particolare, il giorno 27, nel corso della camminata tra i Comuni di Fascia e Carrega i rievocatori ricostruiranno specifici eventi e scenari storici, con un vero aviolancio da un aereo d’epoca, sui prati delle Capanne di Carrega. Il giorno dopo a Rocchetta Ligure, presso il Museo della Resistenza “G.B. Lazagna” di Palazzo Spinola, avrà luogo la cerimonia ufficiale in memoria della missione alleata, alla presenza del console degli Stati Uniti. Nel corso della mattinata si svolgeranno laboratori didattici aperti a tutti, in particolare agli studenti.
La rievocazione storica è anche in Italia, da alcuni anni, uno strumento culturale innovativo e una risorsa particolarmente efficace nell’animazione didattica e museale perché in grado di coinvolgere direttamente il pubblico a vivere nella dimensione presente una realtà storica distante nel tempo. Applicata ai temi e agli eventi tragici del secondo conflitto mondiale, contribuisce a contrastare il diffondersi di ideologie contrarie alla libertà e alla dignità della persona. Oltre a trasmettere la conoscenza degli avvenimenti, riallaccia i legami con il territorio e le sue popolazioni, valorizzando e divulgando la storia locale e rappresenta una straordinaria risorsa per tramandare e salvaguardare il patrimonio materiale e immateriale.
Per informazioni:
comune 0143/90004
museo 3338045547 o c.pertica@tiscali.it