Alla scoperta della Pulsatilla montana

All’interno della riserva naturale del Neirone, “in questo piccolo mondo” si può andare alla scoperta della Pulsatilla montana.

La riserva è inserita all’interno dell’Aree Protette Appennino Piemontese, comprende gran parte del corso del torrente omonimo e il soprastante Monte Moro, sulla cui sommità è stato costruito il Forte di Gavi.

Le prime indagini floristiche nella Riserva Naturale del Neirone hanno portato all’individuazione di quasi 300 specie, un numero considerevole rispetto alla modesta superficie dell’area protetta (101 ettari).
Avventurandoci alla scoperta della Pulsatilla montana, per prima cosa vi spieghiamo cos’è. E’ un anemone che appartiene alla famiglia delle Ranunculaceae, di colore viola intenso con una parte centrale gialla. Il fiore è formato da 6 petali di forma ellittica, è facile incontrare questi fiori sbocciati solitamente da marzo a maggio.

La particolarità è che in Appennino e zone limitrofe non è comune per nulla (la specie è un relitto glaciale, diffusa sulle Alpi). La si può osservare sulle colline calcaree tra Serravalle Scrivia e Gavi, dove fiorisce precocemente.

 

Articoli correlati

Il Distretto del Novese

Raccontiamo il territorio, che si estende nella parte sud-orientale del Piemonte, in Provincia di Alessandria, in tutte le sue declinazioni: arte, enogastronomia, eventi, percorsi, tradizioni e curiosità.

Scoprirete con noi il bello e il buono del Novese, Val Borbera e Alto Monferrato! 🙂

Pin It on Pinterest

Share This